La nostra storia

Un giorno d’estate dell’anno 1924, partito da Lama Mocogno, un uomo (Alfredo) spingendo un carrettino, si dirigeva alle “Piane del Monte” per caricare e trasportare a casa un po’ di fascine. Lo accompagnava, a tratti camminando, a tratti sul carretto un suo figliolo di 5 anni (Eraldo), al quale quel viaggio in luoghi mai visti, attraverso pinete, boschi di faggio e ampie distese prative, doveva rimanere indelebilmente impresso nella memoria, perché sarebbe  diventato per lui e le generazioni future  la  grande dimora.

Nel 1929 Alfredo Mazzieri con il fratello Adolfo diedero inizio alla ristrutturazione del vecchio rifugio sorto anni prima alle Piane del Monte, con in progetto la costruzione di un piccolo albergo. A causa della grave crisi economica degli anni 30 il progetto si fermò al primo piano, quindi non era un albergo (in quanto mancavano le camere) ma una trattoria. Qui trovavano ristoro gli sciatori, per lo più principianti che venivano alle Piane per un po’ di svago.

Il progetto rimase fermo per molto tempo a causa di alcuni inverni senza neve e della guerra scoppiata in quegli anni.

Finita la guerra le cose non erano certo migliorate. Nonostante molte persone emigrarono all’estero per trovare fortuna Eraldo Mazzieri,(figlio di Alfredo), ormai affezionato alla sua terra, acquistò la parte della proprietà dello zio Adolfo.

Gli anni successivi con l’aiuto della moglie Matilde Rioli, con grandi sacrifici, disponibilità e buona cucina, la piccola trattoria diventò una locanda con qualche camera.

Tra il 56 e il 59 le camere furono rese più confortevoli, venne costruito un bar più spazioso e una cucina più grande.

Fortunatamente le cose migliorarono, ci fu un generale sviluppo economico e sociale un po’ in tutta Italia, così negli anni 60 e 70, anche alle Piane si ebbe uno sviluppo turistico.

Eraldo e Matilde poterono ritenersi soddisfatti, il lavoro non mancava, gli affari andavano bene. Il figlio primogenito Alfredo, meglio conosciuto come Edo ha raggiunto la maggiore età e con un grande entusiasmo sprona i genitori a “fare ancora”. Così tra il 69 e il 72 nasce l’attuale Albergo Mazzieri con 25 camere, un ampio bar e un self-service. 

Intanto anche il secondogenito Daniele si affianca al fratello.

Nel 1975 viene costruito un vasto salone per cerimonie che può accogliere 500 persone.

 

Nel 1978 Alfredo Mazzieri prende in moglie Monti Francesca, che lo seguirà e aiuterà nel lavoro. Dalla loro unione nasce così la quarta generazione: Silvia, Barbara e Marco i quali aiutano i genitori a gestire l’attività iniziata nel lontano 1928.

Il fratello Daniele prese poi in seguito strade diverse.

Nel 2001 sono iniziati nuovi lavori di ristrutturazione del salone per cerimonie che  comportano l’aggiunta di una sala da ballo.